"La Rivista di Engramma (online)" ISSN 1826-901X

14 | febbraio 2002

titolo

EUREKA! | febbraio 2002

Pathosformeln delle Muse: la musa composta, la musa festosa, la musa pensosa

Monica Centanni, Katia Mazzucco

musa composta: Calliope (epica), Talia (commedia), Clio (storia), Erato (lirica)
musa festosa: Euterpe (auletica), Tersicore (danza)
musa pensosa: Polinnia (innologia), Urania (cosmologia), Melpomene (tragedia)

ἐποποιία δὴ καὶ ἡ τῆς τραγῳδίας ποίησις ἔτι δὲ κωμῳδία καὶ ἡ διθυραμβοποιητικὴ καὶ τῆς αὐλητικῆς ἡ πλείστη καὶ κιθαριστικῆς πᾶσαι τυγχάνουσιν οὖσαι μιμήσεις τὸ σύνολον [...]. ἐπεὶ δὲ μιμοῦνται οἱ μιμούμενοι πράττοντας, ἀνάγκη δὲ τούτους ἢ σπουδαίους ἢ φαύλους εἶναι [...]. δῆλον δὲ ὅτι καὶ τῶν λεχθεισῶν ἑκάστη μιμήσεων ἕξει ταύτας τὰς διαφορὰς καὶ ἔσται ἑτέρα τῷ ἕτερα μιμεῖσθαι τοῦτον τὸν τρόπον.

La poesia epica e la poesia tragica, e anche la poesia comica e la ditirambica, e la poesia auletica per la massima parte e la poesia lirica, considerata assieme, hanno in comune il fatto di essere poesia mimetica [...]. E dato che l'imitatore che imita, imita i personaggi in azione, di necessità costoro avranno caratteri seri o leggeri [...]. Ne consegue che ciascuno dei suddetti generi di poesia avrà caratteri diversi, a seconda del soggetto che imitano si adegueranno al suo registro. Aristotele, Poetica, 47a 14-16, 48a 1-8.

temi di ricerca

indici

colophon

archivio